2009, II edizione – AR[t]CEVIA

Badge_ARTCEVIAAR[t]CEVIA International Art Festival

II Edizione, dal 18 giugno al 10 ottobre 2009

Sabato 18 luglio 2009 in Arcevia (AN) apre la seconda edizione dell’AR(t)CEVIA International Art Festival, ancora più ricca della precedente con il difficile compito di superare se stessa, considerata senza paura di smentite, se non la più lunga, decisamente una delle più lunghe manifestazioni d’arte in Italia.

Grazie alla Provincia di Ancona, al progetto Cohabitat e al Comune di Arcevia, apre i battenti, sempre a cura di CGROUP, dopo un prologo avvenuto il 12 luglio con due interessanti mostre, la seconda edizione del Festival d’arte contemporanea fortemente voluto e sognato da CGROUP, liberamente ispirato a quello che era il progetto utopista degli anni 70 della “Comunità esistenziale degli artisti”.

Si allestiranno durante la “notte bianca di Arcevia” quattro importanti iniziative:
la prima, forse la più attesa, la mostra personale dell’artista romano Roberto Perini: “Pezzi di ricambio” dodici grandi opere alla vita cubana, qui unite ed esposte per la prima volta.
In contemporanea sempre alle ore 19 apre la mostra personale di Pietro Morbidelli.
Verso le ore 22 nei Magazzini di Palazzo Pianetti di Via Ramazzini parte la mostra internazionale di Mailart dove verranno esposte circa 600 opere provenienti da tutto il mondo. La mostra di mailart è quella che maggiormente rappresenta la filosofia dello CGROUP: arte libera, arte che dialoga e che ancora è in grado di stupirci. Un’ arte pura senza mercato, senza vincoli, aperta a tutti, dove non esistono investimenti a rendere, ma solo la necessità di comunicare .
Per finire, alle 24 si inaugura a Piazza Crocioni la seconda parte del mosaico dell’artista salentino Orodè, mosaico iniziato nel 2008 e che rappresenta un’opera in divenire, una specie di augurio a proseguire il festival negli anni.

Questo è solo l’inizio di una serie di eventi che la città di Arcevia e le sue frazioni accoglieranno fino al 10 ottobre, eventi che avranno il culmine con l’apertura della collettiva del 28 agosto: tre giorni di festa con spettacoli teatrali, come quelli di Antonio Rezza e di Stefano Lucarelli, performance e corti di Teatro, una serata dove si alterneranno vari gruppi per 15 minuti cadauno, Il 4 settembre Pasquale Mirra presenterà “Moderatamente solo” al Teatro Misa, un concerto per vibrafono e giocattoli. Tra le tante novità una serata dedicata alla cucina d’arte “I sapori dell’arte” in collaborazione con la Condotta Slow Food Castelli di Jesi e così di continuo fino alla fine del festival con la serata di AR(t)RIVEDERCI che chiuderà la serie di eventi.

Arcevia quindi sempre più al centro di interscambi culturali, che offre il suo territorio ad esperienze artistiche uniche, sempre più al centro di interessi culturali; un posto dove gli artisti amano esporre e lavorare; un luogo dove la cultura e l’arte si integrano con il paesaggio e la popolazione nel tentativo di andare oltre l’area museale e l’arte da salotto, di dare un continuum ideale al progetto di Ico Parisi.
Questo almeno è l’intento del curatore Massimo Nicotra e di CGROUP

700_2009_ARTCEVIA

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...